Micropali

Micropali – pali a radice – fondazione tramite pali con diametri piccoli
I micropali sono pali con diametri piccoli (fino a 300mm), che vengono eseguiti con perforatrici di misure limitate. Trovano utilizzo soprattutto nel consolidamento di scavi (paratie con micropali), fondazioni (miglioramento del terreno di fondazione), nel rafforzamento di fondazioni già esistenti e nel consolidamento di pendii ed edifici instabili.
Sono composti da tubi profilati d'acciaio che vengono inseriti nel terreno e sigillati tramite malta di cemento. Questi tubi d'acciaio possono essere chiusi o forati. La differenza consiste nell'iniezione portante a pressione bassa. L'elemento portante è sempre l'armatura del palo tramite tubo d'acciaio; attraverso le aperture in questo tubo si forma una copertura omogenea in cemento, cioè una radice in calcestruzzo attorno al palo e un ottimo collegamento tra terreno morbido e palo.
Micropali – tubo valvolato

L'iniezione ripetuta del micropalo è resa possibile tramite l'inserimento di tubi valvolati. I pali vengono posati nel foro e viene iniettata malta di cemento a bassa pressione. Dopo il consolidamento del primo corpo è ora possibile eseguire ripetute iniezioni ad alta pressione (fino a 30 bar) tramite un tubo d'iniezione integrato e le valvole antiritorno. Con l'aiuto di questa tecnica nel punto più basso del palo si forma una radice che assorbe i carichi.
Questa procedura viene adottata p.e. per i lavori di fondazione per le basi di ponti in/vicino a letti di fiume.